Cosa fa

Il Comitato Etico Unico Regionale del Friuli Venezia Giulia, in conformità al D.Lgs. n. 211 del 24 giugno 2003 e del D.Lgs. n. 200 del 6 novembre 2007, esprime pareri relativamente a:

  • sperimentazioni cliniche con medicinali;
  • sperimentazioni cliniche di tecnologie biomedicali (dispositivi medici, tecniche chirurgiche e diagnostica);
  • studi osservazionali ed epidemiologici;
  • ​richieste di parere per uso terapeutico di medicinali ad uso compassionevole (expanded access), ai sensi del Decreto Ministeriale 8 maggio 2003.

Al C.E.U.R., inoltre, competono il parere obbligatorio su emendamenti alle sperimentazioni, l’esame dello stato di avanzamento delle sperimentazioni, le comunicazioni relative a reazioni avverse, i pareri su eventuali sospensioni o divieti alla sperimentazione, qualora siano venute a mancare le condizioni della domanda di autorizzazione o qualora in possesso di informazioni che possano sollevare dubbi sul piano scientifico e della sicurezza della sperimentazione.

Il parere del Comitato etico è vincolante ai fini della effettiva possibilità di condurre i relativi studi clinici.

Il Comitato può inoltre proporre iniziative di formazione per gli operatori sanitari relativamente a temi etici.